Come funziona un bollitore elettrico?

Per decenni caratteristica puramente anglosassone, il bollitore elettrico si sta rapidamente diffondendo anche in Italia: si tratta di un modo semplice e veloce per riscaldare l’acqua fino alla temperatura di ebollizione in pochissimo tempo e senza dover sorvegliare un pentolino sul fuoco.

Per quanto si tratti di uno strumento semplice, ormai ve ne sono di ogni modello in commercio, e sono adatti a soddisfare ogni esigenza. Come spiegato in dettaglio su questo sito sui migliori bollitori elettrici ed erogatori di acqua calda, un bollitore essenzialmente è composto da una caraffa e talvolta una base, collegati alla corrente elettrica, e sfrutta una resistenza elettrica per far bollire in poco tempo l’acqua, con tempi di circa 45 secondi per una sola tazza. Oltre a questo, si possono trovare bollitori con diverse capacità e per utilizzi domestici, per essere portati con sé in viaggio e persino collegabili alla propria auto. Inoltre, diversi sono i materiali in cui può essere realizzato un bollitore elettrico, con la plastica, come sempre, che la fa da padrone, seguita da metallo e vetro, che invece sono materiali più solidi e durevoli nel tempo.

Necessitando solamente di una presa elettrica per il funzionamento, un bollitore elettrico può essere utilizzato in una grande varietà di luoghi, anche dove non è presente un allacciamento per il gas metano, e per questo può essere particolarmente utile in situazioni come campeggi, camper, camere da letto o semplicemente per avere un’alternativa più veloce in cucina.

Infatti, un bollitore non è relegato solo a scaldare l’acqua per the, tisane e caffè istantaneo, ma può anche aiutare a velocizzare molte altre preparazioni, ad esempio facendo bollire l’acqua per la cottura della pasta o del riso, facendovi risparmiare tempo, in quanto un bollitore elettrico è in grado di scaldare l’acqua in modo notevolmente più veloce di ogni altro metodo di riscaldamento. Il suo funzionamento veloce, inoltre, è in grado di farvi risparmiare sulle bollette delle utenze domestiche, ed alcuni modelli consentono anche di mantenere in caldo l’acqua per un buon periodo di tempo, in modo da non dover procedere a riscaldarla nuovamente dopo qualche minuto, e i modelli di bollitore elettrico più tecnologici consentono anche di scegliere la temperatura a cui riscaldare l’acqua.